Recensioni e Novità sul Mondo del Brivido

unction wpsites_before_post_widget( $content ) { if ( is_singular( array( 'post', 'page' ) ) && is_active_sidebar( 'before-post' ) && is_main_query() ) { dynamic_sidebar('before-post'); } return $content; } add_filter( 'the_content', 'wpsites_before_post_widget' ); // Register Sidebars function custom_sidebars() { } add_action( 'widgets_init', 'custom_sidebars' );

The Prodigy – Il Figlio del Male, 3 Featurette e 3 inquietanti clip del film.

Articolo a cura di | Skunno

THE PRODIGY
IL FIGLIO DEL MALE

diretto da

NICHOLAS MC​CARTHY

con

TAYLOR SCHILLING, JACKSON ROBERT SCOTT, COLM FEORE
PETER MOONEY, BRITTANY ALLEN

distribuito da
EAGLE PICTURES

durata 92′

SINOSSI
La candidata ai Golden Globe e agli Emmy, Taylor Schilling, è Sarah, una madre che non sa come affrontare gli strani comportamenti del figlio Miles e che potrebbero essere degli indizi di una possessione soprannaturale. La donna inizia a temere per la sicurezza della sua famiglia e dovrà scegliere tra il suo istinto materno, che la spinge ad amare e a proteggere il bambino, o indagare su cosa o chi possa essere il colpevole di quell’oscuro cambiamento. Sarah è costretta a cercare le risposte nel passato e questo spinge il pubblico a vivere un’avventura terrificante dove i confini tra realtà e immaginazione diventano sempre meno definiti. The Prodigy – Il figlio del male è diretto da Nicholas McCarthy (​The Pact​, Oltre il male​) e scritto dal maestro dell’horror Jeff Buhler (​Pet Sematary del 2019), che è anche il produttore esecutivo. I personaggi principali sono: Sarah Blume, interpretata da Schilling (​Orange is the new black​, The Overnight​); Miles, interpretato da Jackson Robert Scott (​It​, Fear the Walking Dead​); il marito di Sarah, John Blume, interpretato da Peter Mooney (​Burden of Truth​, Rookie Blue​); e lo psicologo Arthur Jacobson, interpretato da Colm Feore (​The Chronicles of Riddick​, ​Thor​). Tripp Vinson (​Il Rito​, L’esorcismo di Emily Rose​) è il produttore del film. La colonna sonora originale è di ​Joseph Bishara​ (​The Conjuring​, ​Insidious​).

DALL’ISPIRAZIONE ALL’ESECUZIONE
The Prodigy è il terzo lungometraggio diretto da Nicholas McCarthy, molto conosciuto per l’acclamato The Pact​. Fan del genere horror, McCarthy afferma che il suo amore per il genere è nato quando ha visto L’esorcista per la prima volta (senza il permesso dei suoi genitori). Il film cult di William Friedkin avrà una grande influenza sull’approccio di McCarthy alla sceneggiatura di Jeff Buhler per The Prodigy​, che ha delle similitudini per quanto riguarda il tema del rapporto tra madre e figlio. “Molti dei miei film horror preferiti riguardano le donne”, ha detto McCarthy nel 2014. “Mia Farrow in Rosemary’s Baby​; Ellen Burstyn in L’esorcista​. E anche se quest’ultimo ha dei personaggi maschili molto forti, mi ha sempre colpito il personaggio di Ellen. Penso che a un certo punto, quando stavamo montando Oltre il male​, mi sono reso conto di aver fatto la stessa cosa che avevo fatto nel mio primo lungometraggio: fare essenzialmente un film tutto incentrato sulle donne e i pochi uomini che appaiono sono degli idioti o dei bastardi. Non saprei davvero il perché”.

The Prodigy – Il Figlio del Male

Per il ruolo di Sarah Blume, McCarthy sapeva di dover scegliere un’artista che avesse sia talento sia una passione per questo genere. Qui entra in gioco Taylor Schilling, la star acclamata dalla critica per Orange is the new black di Netflix, che stava per fare una vacanza in India quando i suoi agenti l’hanno invitata a leggere ​The Prodigy​.
“Ho voluto farlo subito”, dice Schilling​. “Era così coinvolgente. Non potevo smettere di leggerlo. L’ho letto in 45 minuti. È stato esaltante”. La seconda e altrettanto importante sfida per i produttori è stata quella di assicurarsi un giovane attore che potesse interpretare in modo convincente Miles Blume. Pochi artisti si sono distinti più di Jackson Robert Scott, famoso per la sua incredibile interpretazione di Georgie nel remake di ​IT​ di Stephen King nel 2017 per Warner Bros. McCarthy dice di Scott: “Quando la telecamera è spenta, Jackson è semplicemente un ragazzino adorabile. Ma quando è accesa, è come un piccolo Leonardo DiCaprio”. Poiché The Prodigy è stato girato a Toronto, in Canada, non c’era persona migliore che potesse interpretare il marito di Sarah, John, dell’attore canadese Peter Mooney, noto per il suo ruolo di Nick Collins nella serie poliziesca canadese Rookie Blue​. “John è un personaggio interessante perché è, in un certo senso, un co-protagonista del mondo di Sarah e Miles”, afferma McCarthy​. “E ciò che Peter ha fatto così bene è stato proprio il fatto di dare un’anima a John nelle tante scene impegnative ed emozionanti che ha recitato al fianco di Jackson”. A completare il cast di protagonisti, nel ruolo cruciale del Dr. Arthur Jacobson, troviamo il famoso attore Colm Feore, con il quale il produttore Tripp Vinson aveva precedentemente lavorato in L’esorcismo di Emily Rose​, e con cui era davvero entusiasta di lavorare nuovamente. Ed è facile capire perché: Feore, canadese nato a Boston, è uno dei più talentuosi attori contemporanei, con più di 150 film all’attivo negli ultimi 35 anni.

LA VISIONE DEL PRODUTTORE
Per Tripp Vinson​, fare The Prodigy è stata un’evoluzione naturale del suo lavoro, in un genere che era diventato molto forte sul mercato, sin dal suo esordio di successo, L’esorcismo di Emily Rose​ nel 2005. Come per McCarthy, la passione di Vinson per i film horror è iniziata presto. “Da spettatore, sono sempre stato attratto da questo genere e alcuni dei registi più interessanti – come Steven Spielberg e James Cameron – provenivano proprio da questo. Puoi lavorare con persone davvero talentuose. Ed è divertente spaventare il pubblico”.
Stando attento a evitare potenziali spoiler, Vinson dice che il terzo atto di The Prodigy​, scritto con abilità da Buhler, è unico, poiché richiede una forza d’animo rara da parte del suo protagonista.

The Prodigy – Il Figlio del Male

“È stato difficile da realizzare”, dice. “La cosa più importante è stata la scelta di Taylor, proprio per il peso del suo personaggio e delle decisioni che deve prendere. Dovevamo trovare qualcuno che potesse interpretare il ruolo con empatia, qualcuno a cui il pubblico si affezionasse, perché alla fine prende delle decisioni davvero inaspettate”. Vinson dice che, oltre a tutti i colpi di scena, l’attrattiva del film è la relazione misteriosa tra Sarah e Miles. È impossibile da immaginare e al tempo stesso ci si identifica.
“Tutti i genitori provano paura quando si tratta dei propri figli”, dice. “Mio figlio sta bene? Potrebbe avere qualche problema? E anche se il tuo bambino è completamente sano, hai sempre quell’ansia. Una delle cose che stavamo cercando di fare con la storia era di far sentire al pubblico quell’ansia, e poi portare Sarah in una situazione inaspettata, soprannaturale”.

LA SCELTA DELLE MUSICHE
Il compositore Joseph Bishara ha un approccio unico quando affronta una nuova sfida. “Per me tutto sta nell’ascoltare”, dice Bishara​, veterano di franchise di successo, come The Conjuring e Insidious​. “L’ispirazione può arrivare da una parola o un colore. Poi inizio ad ascoltarla, cercando di non influenzarla, per ottenere il seme iniziale”.
Nel caso di The Prodigy​, dice Bishara, la base della partitura era un insieme di archi, violini, violoncelli, bassi e un accompagnamento di corno francese e clarinetto. “Quello era il suono giusto per me”, dice. “E la primissima cosa che ho scritto è stata in realtà una ninna nanna, che è anche il punto di riferimento principale. Da cui poi è nata l’intera colonna sonora”. Anche Bishara è un grande fan di questo genere. “L’horror offre alla gente un posto dove riversare le proprie paure personali per un po’. Se le persone hanno qualcosa su cui riversare la paura, forse elaborano il resto delle cose in modo un po’ più facile”, dice.
E per paura che i fan pensino che The Prodigy sia un altro film con lo stereotipo del “bambino cattivo”, Bishara dice che non c’è nulla di più lontano. “La cosa che apprezzo di più è la capacità [di McCarthy] di fare un film molto serio e oscuro con un bambino al centro di esso. Non si vedono spesso bambini che raggiungono un tale livello di oscurità”.

IL CAST
– TAYLOR SCHILLING – ​Sarah Blume
Schilling è un’attrice candidata agli Emmy e ai Golden Globe, attualmente è protagonista nella
serie originale di Netflix, Orange is the new black di Piper Chapman. Schilling, insieme al cast
della serie, ha anche ottenuto tre SAG Awards. È stato recentemente annunciato che la
prossima e settima stagione della serie sarà l’ultima.
Tra gli altri film di spicco della Schilling ricordiamo The Overnight al fianco di Adam Scott del 2015, che ha debuttato con ottime recensioni al Sundance Film Festival ed è stato distribuito da The Orchard. Nello stesso anno, Schilling ha preso parte alla produzione della Classic Stage Company di A Month in the Country con l’attore Peter Dinklage. Nel 2012 Schilling è apparsa: nel thriller di spionaggio Argo​, vincitore di un Oscar, accanto al regista e attore Ben Affleck; e con Zac Efron nel film di Scott Hicks Ho cercato il tuo nome​, basato sul romanzo di successo di Nicholas Sparks.
Schilling è apparsa recentemente in due film del 2018: FAM-I-L-Y diretto da Laura Steinel, presentato in anteprima al South by Southwest; e The Public​, diretto da Emilio Estevez, che è stato rilasciato a gennaio.
Taylor è cresciuta in Massachusetts e si è laureata nel 2006 alla Fordham University con un Bachelor of Arts in recitazione. È entrata a far parte del programma di recitazione della New York University, ma ha lasciato al suo secondo anno per recitare nella serie della NBC, ​Mercy​.
Attualmente vive a New York City.
– JACKSON ROBERT SCOTT – ​Miles Blume
A soli dieci anni, Jackson Robert Scott è già un veterano del genere horror, sia al cinema che in televisione. È famoso per il suo ruolo da protagonista nel remake di IT di Stephen King per Warner Bros. del 2018, dove interpreta Georgie, il bambino che incontra il Clown Pennywise nella terrificante sequenza di apertura del film. Scott ha anche recitato nella serie Netflix
Locke and Key – il cui pilot è stato diretto dal regista di IT​, Andy Muchietti – e ha anche preso parte alla serie di CBS, Criminal Minds e Fear the Walking Dead di AMC. Scott sta frequentando la quinta elementare, parla cinese mandarino e si diverte a giocare a calcio e a baseball. Vive con la famiglia in Arizona.
PETER MOONEY – ​John Blume
Volto familiare della televisione canadese, Mooney ha ottenuto il plauso della critica per il suo ruolo nella popolare serie poliziesca ​Rookie Blue​, in onda dal 2010 al 2015. Ha anche recitato in Camelot di Starz e come guest star in diverse serie, come Wynonna Earp​, Heroes Reborn​, Republic of Doyle​, ​Heartland​, ​Beauty and the Beast​ e ​CSI: Miami​. Ha preso parte anche a ​The Tower e Zos – Zone of Security e ha recitato in Falcon Beach per due stagioni. Mooney è attualmente protagonista della serie televisiva della CBC, Burden of Truth​, al fianco di Kristin Kreuk.
Le incursioni di Mooney al cinema includono il film indipendente We Were Wolves​, presentato in anteprima al Toronto International Film Festival del 2014 (TIFF). Recenti crediti cinematografici includono anche i film indipendenti Blowback​, Paseo​, Keely & Du e Must Kill Karl​.
Anche affermato sceneggiatore, il suo cortometraggio Parachute ha debuttato al Tribeca Film Festival, mentre il suo primo cortometraggio Method​, diretto da Gregory Smith, è stato proiettato al TIFF. Attualmente Mooney ha diversi progetti in fase di sviluppo.
Ha anche recitato in diverse produzioni teatrali al Manitoba Theatre Center, nella sua città
natale, tra cui: After Miss Julie​, Jitters​, Pride and Prejudice​, Our Town e The Tempest​. Altri crediti teatrali includono Tales From Ovid (Centaur Theatre) e la premiere canadese di The Goat or Who is Sylvia? (Great Canadian Theatre Company). Più recentemente è apparso in Gruesome Playground Injuries (Birdland Theatre) a Toronto. Nativo di Winnipeg, Manitoba,
Mooney si è laureato alla prestigiosa National Theatre School of Canada. Si divide tra Los Angeles e Toronto.
– COLM FEORE – ​Arthur Jacobson
La versatilità di Feore come interprete è stata dimostrata nel 2014, quando è apparso nei film The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro e Jack Ryan – L’iniziazione​, ma nello stesso anno ha anche interpretato uno dei ruoli teatrali più difficili di Shakespeare, quello di Re Lear allo Stratford Festival. In TV, Feore è molto conosciuto per il suo ruolo nella settima stagione del dramma della Fox, vincitore di un Emmy, 24​, nonché per il suo lavoro nella miniserie della Showtime I Borgia​. Ha più di 140 crediti all’attivo tra TV e cinema, tra cui Thor di Kenneth Branagh, Changeling di
Clint Eastwood e ​Chicago ​nel 2003. Feore ha recentemente concluso le riprese di The Competition​, scritto e diretto da Shelagh McLead e The Widow​, e attualmente sta girando la serie di Netflix The Umbrella Academy​.
Già premiato con il CSA Earle Grey Award, nel 2015 Feore ha anche vinto lo Stratford Festival Legacy Award.

NICHOLAS McCARTHY – ​Regista
Il primo lungometraggio di Nicholas McCarthy, The Pact​, è stato prodotto con soli 400.000 dollari e ne ha incassati più di 7 milioni in tutto il mondo. Nel Regno Unito, ha debuttato nella Top 5 al box office e ha mantenuto la sua posizione per due settimane, incassando 4 milioni di dollari.
Sulla scia del successo di The Pact​, Nick ha scritto e diretto Oltre il male (con Naya Rivera, Ashley Rickards e Catalina Sandino Moreno). Il film è stato presentato in anteprima al South by Southwest nel 2014 ed è stato distribuito nelle sale da IFC nell’estate del 2014. È stato il
quarto film di maggior successo di quell’anno per IFC Midnight ed è tra i loro primi 10 film di successo di sempre.
Nel 2016, Nick ha presentato il suo film Easter al Tribeca Film Festival, nell’ambito di “Holidays”, un’antologia di film dell’orrore con le voci più brillanti dell’horror indipendente.
Nick ha conseguito una laurea in Media Arts presso il SUNY/Purchase College di New York, dove ha anche vinto il President Award per il suo film in 16mm, Clay​. Dopo aver lavorato a una serie di progetti indipendenti per il leggendario regista newyorkese Hal Hartley, si è trasferito a Los Angeles per creare i suoi film. A L.A. Nick ha co-fondato l’Alpha 60 Film Collective, con sede a Echo Park.

Qui sotto le nuovissime CLIP #terroHorrorizzanti!

CLIP 1 – “Che Cosa Hai Fatto?”
CLIP 2 – “L’ultima chance”
CLIP 3 – “Lui è qui”

TRAILER:

Trailer Italiano

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2019

Copyright by Horror Italy